(AGI) In arrivo domani la seconda “sciabolata artica di Attila”, l’aria fredda scandinava che quest’anno ha preso di mira l’Italia e il Mediterraneo.

Antonio Sanò, direttore del portale iLMeteo.it avverte che tra mercoledi’ e venerdi’ le temperature caleranno ulteriormente, le gelate diverranno piu’ intense soprattutto sui monti, valli, Val Padana e zone interne del centro, fino alle porte di Roma e il tempo sara’ piovoso e temporalesco tra Sardegna e Sicilia e soprattutto sulla Calabria, con residui fenomeni al centro-sud.

Il ponte dell’Immacolata si preannuncia gelido e nevoso.

Venerdi’ 7 dicembre gli esperti di meteo.it prevedono che un’intensa perturbazione giungera’ al nord con nevicate anche diffuse in Val Padana in serata, con alcuni centimetri di neve anche a Milano; la neve si portera’ poi sul resto del nord-est dove nevichera’ fino a sabato mattina sul Veneto e sul FriuliVG e anche sull’Emilia orientale, mentre al centrosud giungeranno piogge e temporali e la neve copiosa cadra’ sui 500-600m.

Sabato 8, i fenomeni nevosi si attarderanno sul nordest mentre al sud giungeranno piogge e temporali, forti specie sulla Calabra e sulla Sicilia e resto del sud, con neve in calo fino a 600m. Per domenica 9 e lunedi’ 10 e’ attesa la terza e piu’ intensa sciabolata artica: la neve cadra’ diffusa sulle regioni adriatiche fino alle coste abruzzesi anche a Pescara, mentre un gran gelo interessera’ il nord con -6°C in pianura in Piemonte e -5 in Lombardia.