Il comune di Castelvetrano avvia diversi progetti sull’inclusione sociale attiva e che prevedono l’assunzione per tre anni di 9 assistenti sociali. Lo ha annunciato, nei giorni scorsi, l’attuale assessore alle Poltiche sociali, Giovannella Falco.

Giovannella Falco assessoreIl Sia ,Sistema inclusione attiva e finanziato con fondi europei e a sua volta regolamentato dal ministero del lavoro e delle politiche sociali tale strumento voluto dal Governo a sostegno delle fasce deboli della popolazione consta di due aspetti: il primo legato alla erogazione di una carta acquisti a chi ne avrà diritto erogato direttamente dall’Inps di cui il comune è solo tramite per le domande di accesso e verifica di alcuni aspetti della domanda; il secondo prevede una serie di finanziamenti per il potenziamento dei servizi sociali per il prossimo triennio.

Per tale progettazione il distretto socio sanitario D 54 ha a disposizione 1.400.000 Euro. Il Comune di Castelvetrano in qualità di comune capofila del distretto al fine di coinvolgere tutte le associazioni ha presentato degli avvisi di partenariato per la coprogettazione tra le varie azioni previste: segretariato sociale, assistenza educativa domiciliare, mediazione familiare e finanziaria, mediazione interculturale, formazione degli operatori, sostegno educativo scolastico ed extrascolastico, tirocini, formazione finalizzata all’inserimento lavorativo.

Il team di progettazione del gruppo piano , si occuperà direttamente invece, della pianificazione relativa al potenziamento del servizio sociale professionale, che prevede secondo la legislazione regionale, una assistente sociale ogni 5000 abitanti, pertanto per il nostro distretto è previsto un incremento di nove assistenti sociali che saranno ripartite in tutto il territorio distrettuale. I bandi dovrebbero uscire entro fine anno.

La progettualità si attuerà nel prossimo triennio 2017/2019 e quindi tutti i progetti e le assunzioni avranno durata triennale.

“Auspico che tutte le realtà sociali del territorio- ha sottolineato l’assessore Falco- si attivino per presentare delle progettualità in quanto è interesse dell’Amministrazione comunale al fine di garantire più servizi ai cittadini, presentare un progetto per ogni azione prevista nell’Avviso 3/2016 del Ministero”.

Insomma la nuova linea politica dell’assessore Falco, è quella di sfruttare al meglio tutte le risorse europee a favore del disagio sociale fondi, che in passato, per mancanza di progetti, spesso, sono tornati al mittente. Attualmente, sono ancora disponibili i voucher per famiglie che intendono mandare i loro bambini negli asili convenzionati e che hanno l’Isee con fascia molto bassa. Insomma una iniziativa certamente positiva che comprende anche gli altri comuni del Belice facenti parte del distretto. Che finalmente potranno contare su una schiera di assistenti sociali che potranno essere utili soprattutto in questo periodo di crisi economica.

Filippo Siragusa
per GdS