È tempo di 1000 Beats, la seconda edizione del festival internazionale di musica contemporanea dedicato alle percussioni e alla batteria che si svolgerà il prossimo 28, 29 e 30 aprile all’interno del Parco Archeologico di Selinunte.

Un fine settimana imperdibile per gli amanti del ritmo: studenti e professori dei Conservatori, artisti di fama mondiale o anche semplici appassionati disposti a lasciarsi emozionare dal tam tam dei tamburi e dalle melodie della marimba.

L’iniziativa punta a trasformare il piccolo borgo di marinai in un “Villaggio Globale”, uno scambio interculturale tra i musicisti nella veste di turisti e la gente del posto, una grande cerimonia laica come già avveniva ai tempi dei greci che usavano accompagnare con strumenti percussivi i raduni religiosi sulla collina orientale dei templi.

Tra i membri del comitato accademico il professore Bernhard Wulff del Conservatorio di Freiburg in Germania, il professore Gert Mortensen della Royal Academy of Music di Copenaghen in Danimarca e due direttori artistici siciliani, Luca Bruno e Nino Errera.

Patrocinato dal Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani e dal Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, 1000 Beats sarà un evento di tre giorni che si svolge lungo tutto l’arco della giornata: lezioni accademiche per gli studenti la mattina con Trilok Gurtu docente di percussioni etniche, Thedor Milkov per la marimba, Simone Rubino multi set percussion, e Benny Greb batteria; nel primo pomeriggio laboratori di perfezionamento, Body Percussion con Maria Grazia Armaleo del Conservatorio di Messina e Rullante classico con Gert Mortensen; concerti aperti al pubblico ogni sera dalle 18 nel cortile del Baglio Florio ed infine Jam sessions nei pub della borgata marinara sino a notte tarda.

Website: www.1000beats.eu