Un murales per la legalità, con un forte messaggio di speranza in un futuro migliore è stato realizzato stamattina all’interno della Villa comunale di Campobello di Mazara, nell’ambito del progetto Segni Urbani

L’opera, intitolata “Hope”, è stata realizzata dal writer castelvetrano Fabio Ferrara, in arte Hira, che per l’intera mattinata ha coinvolto gli studenti della scuola media dell’Istituto comprensivo “L. Pirandello – S. Giovanni Bosco” in un interessante e creativo workshop su street art e writing. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Nuova Dimensione di Calatafimi Segesta, con il finanziamento dal Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo.

«Il nostro Comune – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Castiglione – oggi si arricchisce di un’importante opera creativa, il cui messaggio auspichiamo rimanga nel tempo indelebile, oltre che sui muri anche nelle menti di questi ragazzi e di tutti i cittadini di Campbello. I principi di legalità, infatti, si possono affermare in vari modi e la street art rappresenta sicuramente un veicolo di immediata fruizione, assumendo di conseguenza anche un forte impatto sociale per la sua capacità di arrivare direttamente al cuore dei giovani attraverso un linguaggio a loro familiare».

Sono intervenuti alla manifestazione il sindaco Giuseppe Castiglione, l’assessore Lillo Dilluvio, che ha curato l’iniziativa per conto del Comune, e il vicepresidente dell’associazione Nuova Dimensione, Margherita Vanella. Presenti inoltre, il vicesindaco Antonella Moceri, gli assessori Natale Indelicato e Vito Firreri, il comandante della Polizia municipale Giuliano Panierino e il comandante della locale stazione dei Carabinieri, Vincenzo Bonura.