I Servizi segreti pagheranno una taglia da un milione e mezzo di euro a chi fornisce notizie utili per la cattura del boss di Castelvetrano Matteo Messina Denaro, numero uno di Cosa nostra in Sicilia e ricercato dal 1993.

Un imprenditore, la cui identità è nascosta, avrebbe ricevuto la visita di uomini dei Servizi segreti che gli avrebbero offerto l’ingente cifra in cambio di informazioni che possano favorire l’arresto del latitante di Castelvetrano. L’imprenditore non sarebbe l’ unico contattato dai Servizi.