I militari della stazione di Porretta Terme, sull’Appennino bolognese, hanno ammanettato Gianluca Daì, un operaio 26enne, originario di Castelvetrano, residente a Granaglione, sull’Appennino bolognese, gia’ noto alle forze dell’ordine.

In casa gli sono stati trovati 65 grammi di marijuana suddivisi in dosi, materiale per il confezionamento dello stupefacente e 345 euro in banconote di vario taglio ritenuti provento dell’attivita’ di spaccio.

Ad attirare l’attenzione dei militari e’ stato il suo comportamento ritenuto sospetto con alcuni giovani di passaggio. Altri due spacciatori sono stati arrestati nel centro di Bologna mentre cedevano hashish ai passanti. In via Petroni, nella zona universitaria, e’ finito in manette un 44enne nullafacente incensurato livornese residente a Bologna. E poco dopo in via del Pratello la stessa sorte e’ toccata a un algerino 50enne, gia’ noto alle forze dell’ordine.