[Comunicato Stampa Carabinieri] Il giorno 13 marzo 2017, nella tarda serata, i militari del dipendente N.O.R.-Aliquota Radiomobile, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto in flagranza del reato di spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate:
CANDELA Antonino, 64enne ericino già noto alle forze di polizia;
e procedevano a deferire in stato di libertà per il medesimo titolo di reato due suoi concittadini (C.G. e J.S.).

I predetti venivano controllati insieme in questa via XX Settembre a bordo di un mezzo intestato a una terza persona: nella circostanza la conducente del mezzo risultava avere la patente di guida scaduta, e il CANDELA – inizialmente fornendo delle generalità false – veniva trovato nella disponibilità di un sacchetto di cellophane contenente €uro 100,00 falsificate in tagli da 20.

Nella circostanza, grazie alla circolarità informativa svolta tra i Comandi dell’Arma locale, venivano raccolte le denunce di due pubblici esercenti campobellesi, che nel pomeriggio avevano ricevuto la visita dei tre: questi ultimi avevano effettuato dei pagamenti utilizzando delle banconote da 20€uro, ben riprodotte e riconosciute solo a posteriori come non autentiche.

I corpi di reato venivano debitamente sottoposti a sequestro. L’arrestato, dopo le formalità di rito e su disposizione dell’A.G. di Marsala, veniva tradotto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Comando Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani
COMUNICATO STAMPA