Durante una conferenza stampa a Montecitorio, il presidente della commissione Affari sociali della Camera Giuseppe Palumbo ha messo in evidenza “l’effetto benefico” dell’arancia rossa di Sicilia, come elemento utile anche nella lotta al diabete.

Gli effetti positivi dell’agrume siciliano sono stati evidenziati anche alla luce di recenti ricerche universitarie approdate, come ha ricordato il prof. Fabio Galvano, sulla prestigiosa rivista americana “Diabetis“.

Galvano, infatti, ha dichiarato che: “E’ stato documentato l’effetto positivo della cianidina (il pigmento tipico dell’arancia rossa siciliana) sul diabete, evidenziando un effetto simile all’insulina nel tessuto adiposo.


Da altre ricerche, inoltre, emerge una capacita’ di protezione nei confronti del fegato. Ma Alessandro Scuderi, presidente del Consorzio di tutela per la Sicilia orientale, invita a non trascurare l’aspetto economico: “Il problema e’ che dal punto di vista puramente economico oggi non sarebbe conveniente coltivare le arance.

Quello che chiediamo alle istituzioni non e’ assistenza, ma un progetto di valorizzazione del prodotto, anche con un’opportuna sinergia con universita’, centri di ricerca e industrie affinche’ le tante potenzialita’ di questo prodotto non restino confinate nei cassetti di scienziati, tecnici ed esperti dei laboratori”

(fonte. www.strettoweb.com)