Il sindaco Gianni Pompeo, manifesta la sua soddisfazione per l’istituzione della Consulta Giovanile, un importante organismo di coordinamento e sostegno delle attività a favore dei giovani: “E’ motivo di orgoglio per l’amministrazione comunale essersi dotata di questo organo consultivo- a commentato il sindaco- in un momento in cui la realtà giovanile è in continuo movimento e le problematiche che la riguardano sono molteplici e complesse, il comune ritiene fondamentale il momento del confronto, istituzionalizzando un luogo specifico dove i giovani possono avere la parola sui problemi riguardanti il territorio dove vivono, assicurando così una formazione alla vita democratica ed alla gestione della vita cittadina”.

L’iter per la preparazione, partito qualche mese fa da un gruppo costituito su Facebook e da un’incontro con i giovani della città, è approdato all’istituzione della consulta comunale giovanile il cui regolamento è stato deliberato dalla Giunta Municipale e dal Consiglio Comunale.

L’obiettivo dell’assessore alle politiche giovanili Nino Centonze, era quello di costituire un luogo privilegiato di confronto e dibattito democratico, ove raccogliere sollecitazioni e proposte su tutto ciò che può riguardare la condizione giovanile, per poi riportarlo nella realtà amministrativa locale, creare uno strumento per rapportarsi sempre di più con le realtà giovanili della città, aprire e stimolare i ragazzi alla partecipazione ed è stato centrato. Il prossimo passo sarà quello di formare l’assemblea della consulta, che sarà composta dai vari rappresentati eletti e nominati tra le associazioni giovanili, dalle rappresentanze studentesche degli istituti superiori, dal mondo del volontariato e dai gruppi consiliari .

“La consulta rappresenterà uno strumento di raccordo tra le istituzioni comunali e i giovani, favorendo la loro attiva partecipazione alla vita della città – afferma l’assessore Nino Centonze – questo assessorato ha già avviato una serie di attività rivolte ai giovani e quelle ancora in cantiere, potranno essere sicuramente migliorate con l’avvio della consulta giovanile. L’amministrazione, infatti, valuterà con attenzione le proposte elaborate ed avanzate dalla consulta, sostenendo adeguatamente quelle che verranno accolte”.