Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, rende noto che nella seduta di ieri sera il Consiglio Comunale ha approvato il regolamento che impegnerà i Dirigenti dei vari settori, al fine di adottare tutte le procedure disciplinate dalla legge, per consentire all’imprenditoria locale la realizzazione di lavori, servizi e forniture, per conto del Comune di Castelvetrano.

Si concretizza così, a soli 6 mesi dal suo insediamento, quello che era il principale obiettivo che questa Amministrazione si era posta, quello che in campagna elettorale venne definito Appalti a Km Zero, allo scopo di poter consentire alle imprese locali di poter partecipare all’aggiudicazione di lavori pubblici, garantendo una concreta ripresa all’economia locale.

L’amministrazione, facendo riferimento al decreto legislativo del 12 aprile 2006 “Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE” e successive modifiche e integrazioni, e nel rispetto della legge n.180 del 2011 “Norme per la tutela della libertà d’impresa”, al fine di favorire l’accesso delle micro e piccole imprese, dovrà suddivider gli appalti in lotti funzionali fino ad un tetto massimo di 40mila euro. Nel rispetto della normativa dell’Unione Europea in materia di appalti pubblici, quindi al fine di favorire l’accesso delle micro-imprese, la pubblica amministrazione suddividerà in lotti funzionali i progetti di servizi, forniture e lavori pubblici, nel rispetto del regolamento approvato.

Ringrazio i consiglieri della maggioranza che hanno approvato il regolamento e quelli del Pdl Di Maio e Sciacia che sono rimasti in aula dimostrando grande senso di responsabilità– ha affermato il primo cittadino-stessa cosa non si può dire per quelli dell’opposizione che avrebbe dovuto, vista l’importanza dell’argomento, quantomeno partecipare ai lavori d’aula, non necessariamente condividendola positivamente.

Questa approvazione ha una portata storica perché già dalle prossime settimane consentirà di dare nuovo impulso alle imprese locali che attendevano importanti segnali da questa Amministrazione- continua Errante- predisporremo ora gli atti propedeutici alla compilazione dei nuovi albi per le ditte e per i professionisti locali che, secondo un naturale principio di rotazione, saranno coinvolti nei lavori che partiranno dal gennaio 2013.