consolato rumenoDopo Caltanissetta, anche a Castelvetrano apre lo sportello del Consolato rumeno, che fornirà informazioni ed assistenza ai cittadini rumeni presenti in città. La novità è maturata in seguito agli incontri promossi nei mesi scorsi dall’Associazione Nazionale Italo Romena A.N.I.R., con il corpo diplomatico romeno, che vedrà una volta al mese il Console Generale Carmen Liliana Iacob presente a Castelvetrano nella sede dell’Associazione di via Rossini, 49.

I vantaggi per i cittadini romeni presenti a Castelvetrano, ma anche per quelli che vivono nella provincia di Trapani e Palermo – dice la referente Anir di Castelvetrano Graziella Parrinello – consistono nel non doversi più recare a Catania, dove è il consolato romeno. Abbiamo pensato di offrire questa possibilità, perchè tanti di loro, non potendosi recare a Catania per motivi economici o per altre ragioni, si ritrovano spesso con i documenti scaduti, cosa che abbiamo verificato quando ci sono state consultazioni elettorali. Invitiamo quindi – aggiunge la Parrinello – tutti quelli che hanno bisogno di informazioni e di rinnovare i propri documenti, a rivolgersi alla suddetta sede Anir di Castelvetrano, telefonando anche al 3282587724 (Graziella Parrinello) o al 3203139909 (Diana Danila). Ricordiamo inoltre a tutti che i cerficati internazionali non hanno bisogno di essere validati con il timbro Haga.

Il timbro Haga è legato ad una convenzione firmata nel 1961 da diversi paesi, tra cui l’Italia e la Romania, per la procedura semplificata per la legalizzazione di atti pubblici da utilizzare in Paesi diversi da quelli che li hanno rilasciati, poi superati dalla Convenzione di Vienna del 1976, entrata in vigore in Italia nel 1983, che prevede l’esenzione dalla legalizzazione per estratti di atti di stato civile, redatti sui formulari plurilingue.

Comunicato Stampa – Associazione Nazionale Italo Romena A.N.I.R.