INYCON 2010 presenta Akkademia “F. Centonze” del Teatro Selinus di Castelvetrano in ALTRAILIADE, drammaturgia per corpo, luce, immagine e voce di Giacomo Bonagiuso liberamente tratta da Omero, Euripide, Yourcenar, Rame, Baricco.

Regia di Giacomo Bonagiuso con Leonardo Seidita, Giusy Galatà, Vitalba Ingrasciotta, Monica Bono, Vitalba Sciacca e con Vita Di Stefano, Nadia Burzotta, Sara Cuttone, Nicola Marchese, Mario Villani, Benito Frazzetta, Salvino Russo, Roberto Barone, Desiree Alagna, Valentina Di Salvo, Giovanna Calandrino


NOTA DI REGIA
Una guerra può essere raccontata in molti modi, più o meno orribili. Ma una guerra, propriamente, non può essere detta, in quanto la parola che cercasse di rappresentare la morte fallirebbe clamorosamente il suo obiettivo. La morte della guerra è un tabù, un indicibile senza corpo, confinato ai 3 minuti della cronaca nei tiggì della sera. Omero riesce a raccontare il dettaglio impressionante della morte: il suo essere compagna latente della vita dell’eroe. Euripide, invece, nelle Troiane, inscrive la morte nell’assenza, nelo corpo delle donne, delle vedove il cui orizzonte è la schiavitù, lo stupro, la morte.
Così Ecuba, Andromaca, Polissena e Cassandra raccontano la loro guerra, quella cieca e priva di eroismi, quella vile e meschina, quella piccola piccola, e assai poco eroica. Abbiamo costruito questa drammaturgia non per cantare le gesta di guerra degli eroi, né per descrivere eroi; abbiamo costruito questa drammaturgia per diffamare la guerra e l’eroismo in essa contenuto. Un estremo canto cavo, negativo, come il ventre delle donne protagoniste di questo contraltare.

TEATRO sul tetto della CHIESA MADRE di MENFI
tra cielo e stelle

DOMENICA 27 GIUGNO 2010 – ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili