Come spesso accade la morte di un grande uomo come Mandela, oltre ad essere un evento nefasto ed a rappresentare nella maniera più ineluttabile il termine “fine”, può determinare anche attenzione, conoscenza, riflessione e, a volte, “rinnovamento”.

La fine dell’esistenza di Nelson Mandela ha accomunato nel cordoglio tutti i popoli della terra, senza distinzioni (caso più che raro) di appartenenze politiche o razziali; i tanti servizi giornalistici che hanno ripercorso le tappe della sua vita, sono serviti per ricordare al mondo intero i principi che hanno ispirato i fatti salienti della travagliata ma fulgida esistenza del “Leone d’Africa”.

Non credo sia azzardato associare la figura di questo grande uomo, che ha insegnato al mondo come sia possibile perseguire la pace attuando la “riconciliazione” tra opposti schieramenti, tra fazioni in guerra nella stessa nazione, con il simbolo che accomuna in quasi tutte le nazioni, in 46.000 club, un milione e 350 mila persone, mutuate dallo stesso spirito di servizio e da scopi umanitari, nel segno di una pace universale; tanti sono nel mondo i soci del Lions.

Agriturismo Campoallegro di S. Ninfa Cena di beneficenza

Agriturismo Campoallegro di S. Ninfa
Cena di beneficenza

Senza la pretesa di volersi confrontare con un premio Nobel ma riferendosi con modestia e discrezione a modelli positivi di quel calibro, sotto il simbolo del leone, molti uomini di buona volontà, anche a Castelvetrano, perseguono fini sociali di alto livello da più di mezzo secolo.
Con iniziative improntate a sentimenti di solidarietà e beneficenza, continua la gestione, per l’anno 2013/2014, del presidente Nino Cervellione e dei soci Lions che ne affiancano gli impegni sociali e le manifestazioni pubbliche.

Di recente, al confronto del direttivo e dei soci del Club con il Governatore Amenta, avvocato e docente di diritto privato presso l’università di Palermo, è seguito un incontro con il Sindaco Felice Errante (socio anche lui del Lions Club) e con il Vescovo Domenico Mogavero, nel corso di una cena di beneficenza svolta nella struttura ricettiva di Campoallegro.

Il 29 Novembre scorso sono stati raccolti ben 3000 Euro tra i partecipanti all’evento; la somma sarà impiegata in attività di beneficenza a sostegno di particolari casi di bisogno che saranno identificati in ambito locale.

All’organizzazione della serata hanno contribuito diverse aziende di Castelvetrano e delle località limitrofe, con la fornitura di tutte le pietanze offerte nel corso della cena.
In precedenza si era svolta una manifestazione su temi di scottante attualità, patrocinata dal Comune di Castelvetrano e dal Senato della Repubblica: il 15 Novembre, presso l’I.T.C. di Castelvetrano, si era parlato di violenza sui minori e le donne e di argomenti legati alla sicurezza stradale, alla presenza della Senatrice Valeria Fedeli, Vice Presidentessa vicaria del Senato.

lions castelvetrano 1

Contrariamente ai luoghi comuni che troppo spesso tendono a banalizzare la presenza sul territorio dei Club di servizio, è quanto mai necessario dare risalto alle loro attività perché rappresentano, tra le nostre comunità, modelli di impegno sociale da perseguire anche per chi non vi aderisce. Fuori dall’ambito locale è utile dare risalto all’impegno dei Club e dei loro soci per il segno positivo che deriva anche da questo tipo di visibilità, contrapposta ai segni negativi troppo spesso diffusi dai media su Castelvetrano e la Valle del Belice.

L’addetto stampa del Lions Club di Castelvetrano
Antonio Colaci