E’ fissata per il 7 marzo alle ore 15:30 all’Auditorium del 2° Circolo didattico Ruggero Settimo la Conferenza di apertura del Progetto di rete per la lotta alla ludopatia dal titolo “Di gioco in gioco: insieme si può”. Il progetto è finanziato dall’Assessorato Istruzione e Formazione Professionale della Regione Siciliana con D.D.G. 7168 del 13/10/2017 che si occupa di interventi in favore delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado per lo sviluppo dell’autonomia scolastica, nonché per il finanziamento di progetti a supporto dell’autonomia stessa – Es. fin. 2017 cap. 372539.

A promuoverlo a seguito di un protocollo d’intesa con il quale l’ASP di Trapani ha promosso interventi di formazione-informazione agli studenti della provincia, l’IC“Capuana Pardo” di Castelvetrano, diretto dalla Prof.ssa Anna Vania Stallone, scuola capofila della rete, l’I.C. “Radice Pappalardo” di Castelvetrano, diretto dalla Prof.ssa Maria Rosa Barone, il 2° Circolo Didattico “Ruggero Settimo” di Castelvetrano, diretto dalla Prof.ssa Maria Luisa Simanella, l’IC “Pirandello S.G.Bosco” di Campobello di Mazara diretto dalla dott.ssa Giulia Flavio e l’IC “Rita Levi Montalcini” di Partanna diretto dalla Prof.ssa Vita Biundo.

Il Progetto nasce dalla necessità delle scuole firmatarie dell’accordo di rete, che operano in un territorio a rischio, di attivare interventi didattici ed attività educative volte a sperimentare nuovi spazi di apprendimento e creare occasioni di potenziamento dell’offerta formativa per scongiurare i rischi delle devianze. Spesso, infatti, i soggetti under 16 adottano comportamenti scorretti il gioco d’azzardo è tra quetsi: slot machine, videopoker, videogames che si rifanno al mondo della criminalità e dell’illegalità, illudendo con successi effimeri, possono creare rischiose dipendenze ludicheatte asfociarein altre come il consumo di alcolici e di sostanze stupefacenti.
Nelle scuole della rete, che hanno programmato una manifestazione finale, prevista per il 17 aprile prossimo al Teatro Selinus,si attiveranno laboratori al fine di stimolare e incoraggiare forme di interesse culturale come danza e movimento, tecniche e percorsi di scrittura creativa ed espressione narrativa, forme di lettura contemporanea che possano proporsi in maniera accattivante e motivantecome alternativa di crescita culturale e sociale ai giochi di ogni genere che tanto appassionano i giovani, e che degenerano, nei casi estremi ma non rari, ingravi problemi economici e familiari.
Il 7 marzo interverranno lo scrittore Luca Lissoni, autore del libro “Sotto il Paradiso”, che anticiperà all’incontro un workshop di scrittura con studenti ed insegnanti; la Dott.ssa Maria Russo, psicologa e psicoterapeuta, sceneggiatrice nonché sorella di Francesco Russo, regista del film “Il gioco è fatto?” attualmente in visione nelle scuole proprio per sensibilizzare gli alunni al tema trattato; la Dott.ssa Sandra Giordano, psicologa e psicoterapeuta, a moderare laProf.ssa giornalista Caterina Mangiaracina.
Saranno presenti il Prefetto di Trapani, Dott. PellosDarco, il Provveditore agli Studi di Trapani, Dott.ssa Fiorella Palumbo, il Dirigente generale dell’ ASP Trapani, Dott. Giovanni Bavetta, il Commissario straordinario del Comune di Castelvetrano, Dott. Salvatore Caccamo.
Tutti coloro che lo desiderano sono invitati a partecipareall’evento.

Anna Maria Di Giuseppe, A.S. IC “Capuana Pardo”