La Scuola di Teatro, Cinema e Danza “Ferruccio Centonze” del Teatro Selinus di Castelvetrano, è stata istituita dal Comune 10 anni orsono con lo scopo di costituire un punto di riferimento per i giovani, nella prospettiva dell’arte e della comunicazione.

I corsi nel tempo si sono arricchiti, sino a contemplare due classi: una riservata ai giovanissimi (di età compresa tra i 10 e i 14 anni), l’altra ai giovani (di età compresa tra i 15 e 30 anni).

Si potrà optare, inoltre, per i corsi triennali con borsa di studio totalmente spesata dal Comune ed accesso gratuito ai corsi; o per un corso da “uditore” annuale. La scadenza dei bandi è stata prorogata al 16 febbraio 2012, presso il Teatro Selinus di Castelvetrano. I moduli di iscrizione alle selezioni, e i bandi sono disponibili presso il Teatro Selinus.


In questi anni, nella scuola hanno insegnato attori del calibro di Corrado Tedeschi, Giuditta Perriera, Claudio Collovà, Gioacchino Maniscalco, Sandro Campagna, Fabrizio Ferracane, oltre a registi, tecnici audio del calibro di Daniele Guarnera, direttori della fotografia come Eugenio Barzaghi, maestri del teatrodanza come Aurelio Gatti.

La direzione artistica della Scuola è di Giacomo Bonagiuso, che dopo 3 cicli, si ritiene soddisfatto del lavoro fatto: “quando cominciammo, a Castelvetrano, non vi era il benchè minimo spazio per un teatro di sperimentazione e ricerca. Adesso, posso dire con orgoglio, concetti come quello del ‘lavoro dell’attore su se stesso’ che originano da Stanislawskj, o come il training come forma di strutturazione psicofisica della performance attoriale, sono entrati nel gergo comune delle giovani generazioni castelvetranesi.

Non occorreva affatto fuggire da Castelvetrano, 10 anni fa, per raggiungere i vertici dell’arte. A meno che non si scambi l’arte per la pura e semplice “fama” che cattiva maestra televisione distribuisce, d’altronde, anche ad emeriti idioti chiusi nella casa del grande fratello, l’arte può essere raggiunta anche – e oggi, soprattutto – in provincia”. Spero che i giovani di questa terra siano interessati anche alla formazione del proprio animus. Ed in termini di interiorità, no vedo altra arte, in grado di misurare e farci misurare ogni giorno con il nostro Sè”.

BANDO BAMBINI (10-14 anni)

BANDO AKKADEMIA (15-30 anni)