[di Maria Grazia Bianco] Tutto pronto al “G.B. Ferrigno” di Castelvetrano che ancora una volta mostra particolare attenzione nei riguardi delle esigenze della propria comunità scolastica e attiva i Progetti PON per contrastare lo svantaggio socio-economico-culturale da cui scaturisce anche un tasso, se pur basso, di dispersione scolastica.

Il Progetto, dal titolo “Provaci ancora…ce la farai!”, finanziato dai Fondi Strutturali Europei, è finalizzato a determinare un percorso didattico articolato in attività, attraverso le quali verrà valorizzata la partecipazione autonoma dell’allievo per un processo di “costruzione” delle competenze. Il discente avrà la possibilità di rielaborare e scoprire il sapere per mezzo dell’esperienza diretta, così si garantisce il recupero della dimensione intellettuale dell’alunno, favorendo la socializzazione interna, nel rispetto delle norme di convivenza scolastica, ed esterna alla scuola, attraverso l’interazione e l’integrazione col territorio.

“Provaci ancora…ce la farai!” consta di otto moduli, due di Educazione motoria, dal titolo “Ginnastica ritmica” e “Fitness a scuola”; due di potenziamento di base, dal titolo “Alla scoperta dei Tagliavia” e “La matematica non dà i numeri”; uno di Musica strumentale – canto corale, dal titolo “La storia tra musica e canto”; presente è anche il modulo di Laboratorio creativo e artigianale per la valorizzazione delle vocazioni territoriali, dal titolo “Il futuro sulle tracce del passato”. Un modulo è stato progettato per il coinvolgimento dei genitori, dal titolo “Il ruolo della famiglia nella nuova era”, e sarà articolato in incontri, dibattiti cineforum; la presenza di uno psicologo permetterà di affrontare tematiche come il ruolo della famiglia nella società moderna, il disagio giovanile, il rapporto conflittuale genitori-figli, il rapporto scuola-famiglia.

“Il progetto, nella sua interezza, – afferma la Dirigente dell’Istituto, dott.ssa Caterina Buffa – scaturisce dalla necessità di rispondere alle esigenze della comunità scolastica; i bisogni prioritari sono strettamente legati all’area cognitiva e affettiva-relazionale, con l’obiettivo di motivare gli allievi a costruire saperi spendibili anche nel contesto extrascolastico, esprimere le proprie capacità, favorire il senso critico, creare un positivo clima-relazionale, prevenire abbandoni e insuccessi scolastici, incrementare la motivazione agli apprendimenti, attivare processi autonomi, utili anche nel mondo del lavoro e qualificare il rapporto scuola-famiglia”.

Il progetto trova il suo carattere innovativo e la sua forza nell’insieme delle attività previste, da espletare attraverso la didattica laboratoriale, dove l’alunno è il vero protagonista della costruzione del suo sapere e non mero spettatore. Inoltre, saranno utilizzati, per la realizzazione dei diversi moduli, spazi esterni alla scuola, fondamentali per la realizzazione di manifestazioni finali, mostre ed esposizioni aperte al pubblico, come prodotto di quanto realizzato all’interno dei vari moduli del Progetto “Provaci ancora…ce la farai!”.

Maria Grazia Bianco
ISTITUTO SUPERIORE STATALE D’ISTRUZIONE TECNICA E
PROFESSIONALE “G.B.FERRIGNO”