Il sindaco Castiglione interviene a seguito dell’omicidio di Giuseppe Marcianò, avvenuto ieri in contrada Bosco.
«Auspichiamo fortemente che le indagini avviate ieri dal Nucleo operativo dei Carabinieri di Trapani dietro il coordinamento della Dda di Palermo possano al più presto fare luce sull’agghiacciante delitto che è stato commesso ieri mattina nelle campagne di Campobello di Mazara, assicurando i responsabili alla giustizia e ripristinando quel senso di sicurezza pubblica che purtroppo è stato messo a dura prova.

Non posso che provare profonda costernazione dinanzi a un crimine come questo, che dopo tanti anni riporta il nostro paese agli onori della cronaca per fatti apparentemente riconducibili alla mafia. Un’etichetta che respingiamo con forza, perché la nostra Campobello è una comunità fatta di tantissime persone oneste e laboriose, che non possono e non devono essere in alcun modo identificate con tale fenomeno».

È quanto dichiara il sindaco Giuseppe Castiglione intervenendo a seguito dell’omicidio di Giuseppe Marcianò, avvenuto ieri mattina in contrada Bosco a Campobello di Mazara. Appresa la notizia, il Sindaco ha richiesto un incontro con le locali Forze dell’Ordine al fine di ribadire piena e incondizionata fiducia nel loro operato.