Un veliero in legno utilizzato per servizi turistici, la Sant’Andrea, è improvvisamente affondato la notte tra tra mercoledì e giovedì, all’interno del porticciolo di Porto Palo.

La barca era di proprietà di un sessantenne di Castelvetrano, Antonino Barbera. Le operazioni di recupero dell’imbarcazione sono state fatte oggi pomeriggio con il prezioso e fondamentale intervento dei vigili del fuoco.

L’imbarcazione a vela, nota in tutto il circondario, era un punto di riferimento per quanti volevano fare un giro sottocosta durante la stagione estiva. Sul veliero, lungo 17,5 metri e del peso di 16 tonnellate, salivano soprattutto turisti stranieri.

Una attenta verifica del natante potrebbe aiutare gli investigatori a chiarire le case dell’improvviso inabissamento.

fonte. teleradiosciacca.it