Mi sembra ancora strana l’idea di pensare che “Pierino” non ci sia più, si perché tutti lo chiamavano così, magari non tutti conosceranno il suo nome ma la maggior parte delle persone affezionate a questo sport che siano venute a correre o a vedere almeno una corsa nella loro vita nella provincia di trapani sicuramente ricorderanno la sua faccia e quella di suo fratello compagno di tante avventure sia nella vita di tutti i giorni sia nello sport, “i fratelli” li chiamavano, i fratelli La Monica per me che corro da quattro anni e che mai avevo visto mancare ad una corsa nella provincia di Trapani.

Difficilmente nella mia vita e nel mondo di oggi ho mai incontrato una persona così, sempre sorridente e gioiosa sembrava non avesse mai problemi e forse era davvero così aveva una famiglia serena, aveva avuto un nipote, era andato in pensione da poco e adesso poteva davvero godersi la vita, quando l’8 settembre un aneurisma l’ha sottratto a questo mondo ma soprattutto ai suoi cari e a quelle persone che ancora adesso crederanno di vederlo pedalare per le strade che circondano Gibellina.

Quando la sera avevo sentito che aveva avuto un infarto sono rimasto un po’ allibito, ho pensato che non era possibile, e infatti avevo ragione non era stato un infarto perché lui Piero aveva un “cuore d’acciaio” che non poteva essere scalfito facilmente, purtroppo però ci sono cose che nessuno di noi può prevedere tanto meno immaginare visto il fisico che aveva e soprattutto l’età solamente 55 anni. E adesso che questo sport ha perso un suo grande appassionato mi è sembrato doveroso rivolgergli un piccolo plauso per questi tanti anni da lui dedicatigli.

Chiunque voglia esprimere un saluto o un gesto di condoglianze con un messaggio, una frase o con un ricordo di un’esperienza passata sarà mio impegno farlo recapitare alla famiglia, spero che siate in tanti grazie.

ASD Castelvetrano
Nino Palermo