Fino a qualche anno fa pensare di passare un terzo della propria vita sul web, avrebbe fatto sorridere molta gente. Oggi non se ne può più fare a meno, ruota attorno ad una scatola dei desideri il modo di rapportarci al nuovo mondo.

Conoscere, comunicare, divulgare oggi è semplice e facile.
Grazie all’evoluzione di Darwin l’uomo ha assunto capacità cognitive importanti e ha imparato ad utilizzare internet nella propria vita, questa lo ha migliorato, lo ha istruito, lo ha anche fatto crescere spesso lo ha messo in difficoltà ma nonostante tutto continua ad essere spettatore, impaurito da un meccanismo così eccessivamente grande che ahimè a volte preferisce rimanere a guardare.

L’era di facebook e degli altri social network ci ha permesso conoscere gente, comunicare con loro, lavorare, studiare, giocare, scrivere, aprire, insomma la nostra finestra ad una prospettiva ingigantita rispetto al piccolo involucro che racchiude le nostre esistenze.

Eppure… dopo tanto progresso, tanta tecnologia è difficile fidarsi quando in ballo c’è il nostro denaro.
Il timore di uno strumento che conosciamo ma che non ci fa sentire sicuri ci impedisce di affidarci alla rete per acquisti che non diano sicurezza e affidabilità.

Molti non sanno però che grazie a paypal anche questo diventa possibile, un servizio online che permette a qualsiasi azienda o consumatore che disponga di un indirizzo email di inviare e ricevere pagamenti senza condividere i dati della carta con il destinatario finale il quale rimarrà all’oscuro di quei dati sensibili delle carte che ricollegano al proprio conto.

PayPal offre anche “programma di protezione” che tutela gli acquirenti ( ancora molto diffidenti) per gli oggetti non recapitati o diversi dalla descrizione; ma garantisce anche i venditori attraverso una protezione estesa contro le perdite dovute ai reclami per pagamenti fraudolenti e oggetti non ricevuti. Insomma uno strumento che vale la pena di provare senza nè rischi nè spese, un meccanismo di ricarica che può essere utilizzato con carta di credito, prepagata, o addirittura semplice versamento o bonifico, insomma compri e nemmeno te ne accorgi o meglio compri per quanto ricarichi.

Inoltre grazie ai servizi resi dà la possibiltà di effettuare sicure donazioni paypal nel momento in cui usufruendo d’un programma gratuito o quant’altro, decidessi di dare il tuo sostegno a quel progetto insomma chi più ne ha più ne metta…di euro in paypal ma attenzione l’uso esagerato può nuocere gravemente alle finanze, quindi usate con cautela e comprare può diventare un gioco!