“Tracciate una linea immaginaria. Fatela partire da un paese della Sicilia occidentale, nella provincia trapanese, da Castelvetrano. Questa linea attraversa la casbah di Mazara del Vallo, lambisce le saline di Marsala, i feudi di Salemi, il porto di Trapani, supera Castellamare e il suo golfo, si addentra nelle distese di vigneti intorno ad Alcamo, oltrepassa l’aeroporto di Punta Raisi, a Cinisi, corre parallela sul lungomare di Carini e Terrasini, scavalca il maestoso Monte Pellegrino, percorre quel che rimane della corona di agrumi attorno a Palermo, s’inerpica su per le alture di Partinico e Piana degli Albanesi, si addentra lungo le distese di terra bruciata dal sole che fanno la Sicilia più feroce, e giunge infine a Corleone.

L’asse Castelvetrano-Corleone costituisce la spina dorsale della mafia.”

(Vincenzo Ceruso – Il libro che la mafia non ti farebbe mai leggere – Newton Compton Editore)

Ed è sulla spina dorsale della mafia che vogliamo proiettare il film SOPRALLUOGHI PER UN FILM SU UN POLIZIOTTO UCCISO.

Ci piacerebbe organizzare un tour lungo questa spina dorsale, e cerchiamo collaborazioni: Castelvetrano, Mazara, Marsala, Salemi, Trapani, Castellamare, Alcamo, Cinisi, Carini, Villabate, Partinico, Piana degli Albanesi e Corleone.

Per contatti: 3385498901 oppure stanzadeibalocchi@alice.it