progetto triscinaPresso la sede dell’Associazione Progetto Triscina, lunedì 11 maggio, in occasione dell’incontro del Direttivo dell’Associazione con l’Amministrazione del Comune di Castelvetrano rappresentata dall’Assessore alle Frazioni Daniela Saporito, si è discusso delle problematiche che riguardano Triscina, a poche settimane dall’inizio della stagione estiva.

A tal fine l’Associazione ha presentato un documento dove sono state elencate 16 proposte necessarie e di immediata realizzazione per riqualificare Triscina. Durante il confronto sono stati segnalati alcuni casi di zone e aree da mettere in sicurezza, come la Villa Quartana o il nuovo ingresso del Parco Archeologico di Selinunte, lato Triscina.

Approfittando della circostanza, è stato effettuato un sopralluogo dai presenti e sono state fatte notare vecchie Regie Trazzere, o strade minori, che potrebbero essere utili per snellire l’intenso traffico sulla via 1 nel periodo estivo.

Per migliorare la qualità di vita della borgata si ritiene di porre all’attenzione delle autorità i seguenti problemi:

1) Maggiore presenza della Polizia Urbana per il controllo del territorio durante il periodo estivo
con la creazione di un posto di riferimento in loco, all’uopo l’Associazione si rende disponibile ad ospitare nei propri locali la sede di Triscina della Polizia Municipale;

2) Maggiore informazione turistica da fornire con speciale urgenza per l’imminente apertura dell’ingresso del Parco dal lato Triscina e, vista la posizione ottimale della sede dell’Associazione “Progetto Triscina” e la disponibilità di locali, si mettono a disposizione dell’Amministrazione Comunale i propri locali;

3) Rinnovo della segnaletica orizzontale e verticale per una migliore fruibilità della località da parte dei turisti;

4) Affrontare il problema del randagismo;

5) Disinfestazione urgente entro il mese di giugno dei vari canneti e delle zone abbandonate limitrofe ai percorsi viari;

6) Pulizia della spiaggia e delle vie entro il mese di giugno;

7) Realizzazione di passerelle per permettere ai portatori di handicap un facile raggiungimento della spiaggia;

8 ) Istituzione di un efficace servizio di vigilanza sulla spiaggia con bagnini e personale per disciplinare l’uso del litorale;

9) Completamento dell’arredo urbano di Villa Quartana con la chiusura della zona inferiore e bonifica del sito. Si ritiene inoltre che gli arredi debbano essere realizzati anche nelle aree limitrofe alle attività commerciali esistenti per qualificare la zona turistica;

10) Realizzazione di gazebo per la sosta dei passeggeri delle linee urbane e collocazione di tabelle visibili con gli orari degli autobus;

11) Allargamento alla località Triscina della raccolta differenziata. L’associazione mette a disposizione la propria sede per campagne di sensibilizzazione soprattutto per i rifiuti ingombranti;

12) Creazione di un’isola pedonale;

13) Creazioni di strade di collegamento tra la via 1 e la Circonvallazione per alleggerire il traffico sulla via 1 nel periodo estivo;

14) Maggiore regolamentazione dei venditori ambulanti e cura degli standard di immagine;

15) Creazione dei siti per allocare i venditori;

16) Utilizzazione del terreno comunale davanti alla sede dell’Associazione, concesso in comodato d’uso, per esposizione di prodotti tipici o come area per raccolta differenziata.