Amianto Vigneti TrapaniUn’area aziendale adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e’ stata scoperta dalla Guardia di finanza, in contrada Triolo, ad Alcamo. Sequestrate anche 150 tonnellate di amianto, trovate nascoste tra i vigneti.

Quattro persone sono state denunciate. I finanzieri hanno posto sotto sequestro un’area di circa 8.000 metri quadrati, dove ha sede un’azienda operante nel settore del trasporto dei rifiuti, ma anche una cisterna contenente circa 2.700 litri di liquido infiammabile, detenuto in assenza del previsto certificato di prevenzione incendi che deve essere rilasciato dal Comando dei vigili del fuoco competente per territorio; dodici automezzi pesanti adibiti al trasporto dei rifiuti; 150 tonnellate circa di amianto detenute in modo incontrollato, sparse sul terreno, prive delle piu’ elementari precauzioni; locali adibiti ad ufficio di circa 50 metri quadrati. Il tutto per un valore complessivo stimato di oltre 2 milioni di euro.

L’operazione e’ stata eseguita con l’ausilio di personale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani. L’azienda non e’ adibita allo stoccaggio dei rifiuti speciali, ma al solo trasporto degli stessi in strutture autorizzate al corretto smaltimento. Ed i finanzieri sospettano che, invece, abbia provveduto in proprio allo smaltimento dei rifiuti speciali senza rivolgersi alle aziende specializzate. Al termine dell’operazione il rappresentante legale della societa’ coinvolta e’ stato denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata, omessa denuncia di materiali esplodenti, omissione colposa di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro, falsita’ ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

Insieme a lui sono state denunciate altre tre persone. I finanzieri hanno anche accertato violazioni di natura amministrativa, le cui sanzioni ammontano a circa 150 mila euro, derivanti da irregolare ed incompleta tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti oggetto dello smaltimento.

(ITALPRESS)